In vigore il "Incentivo Occupazione Sviluppo Sud"

6 maggio 2019

L'ANPAL, con Decreto Direttoriale n. 178 del 19 aprile 2019, ha disposto lo sgravio contributo – per il biennio 2019-2020 – per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate dal 1° maggio 2019 al 31 dicembre 2019.

Dal Bonus così prorogato, dunque, restano escluse le aziende che hanno già effettuato assunzioni nei primi quattro mesi dell'anno corrette.

I destinatari dell'incentivo sono i lavoratori di età compresa tra i 16 anni e 34 anni di età e quelli con 35 anni di età e oltre, purché privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, ai sensi del Decreto del Ministro del Lavoroe delle Politiche Sociali del 17 ottobre 2017. In ogni caso, per poter accedere al bonus, il lavoratore non deve aver avuto un rapporto di lavoro negli ultimi sei mesi con il medesimo datore di lavoro

L’incentivo spetta esclusivamente laddove la sede di lavoro, per la quale viene effettuata l’assunzione, sia ubicata nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, ovvero Abruzzo, Molise e Sardegna, indipendentemente dalla residenza del lavoratore.

Le tipologie contrattuali per le quali è possibile usufruire dello sgravio sono esclusivamente quelle del contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione e del contratto di apprendistato professionalizzante. Nessuna preclusione, infine, alle ipotesi di tempo parziale o di trasformazione a tempo indeterminato di precedente contratto di lavoro a tempo determinato.

L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.060 euro su base annua, per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile.

Le procedure operative di attuazione della misura saranno illustrate in apposita circolare emanata dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.